NUOVA ZELANDA

TOUR IN ITALIANO
ITINERARI SU MISURA
RISERVE ISOLA DEL NORD
RISERVE ISOLA DEL SUD

“Un Paese da vivere soprattutto all’aria aperta, dove i bianchi ghiacciai, le foreste tropicali, i monti altissimi ed il mare cristallino compongono un gigantesco parco ricreativo”

La Nuova Zelanda è uno stato insulare dell’Oceania composto principalmente da due splendide isole: Isola del Nord ed Isola del Sud, divise dallo Stretto di Cook (largo 26 km) e da altre isole minori in gran parte disabitate (Isola di Stewart e Isole Chatham). Situata nell’Oceano Pacifico a circa 2000 km a sud est dell’Australia, la Nuova Zelanda conta circa 296.000 kmq di superficie (poco meno del nostro paese) di cui tre quarti abitanti la parte nord del paese, più favorita dalle condizioni climatiche. Terra verdissima dal mare incontaminato, patria dei Maori, del rugby dei mitici All Blacks e dei kiwi, i buffi uccelli simbolo di questo paese. Agli antipodi dell’Italia ma così simile al nostro paese per il suo clima mite e temperato, la “Terra delle lunghe nuvole bianche”, come la chiamano i Maori (Aotearoa), è un Paese straordinario ed affascinante dove è possibile trovare dolce ospitalità e provare eccitanti avventure. L’Isola del Nord è la più densamente popolata con la sua Capitale Wellington e la famosissima Auckland. Christchurch è la città più importante dell’Isola del Sud che rimane un territorio più impervio, con imponenti ghiacciai che giungono fino al mare, fiordi e panorami alpini indimenticabili. Entrambe le isole sono lunghe e strette (dalla costa orientale alla costa occidentale corrono 200 km circa) ed entrambe sono attraversate da catene montuose che le tagliano nel mezzo, le Alpi Neozelandesi (in diversi punti superano addirittura i 3.000 metri d'altezza) rendendole per la maggior parte isole montuose. L'Isola del Sud ha coste molto articolate, con numerosi fiordi sia nella parte settentrionale che in quella sud-occidentale, lungo la costa orientale invece si trovano vaste pianure alluvionali. Il Mount Cook chiamato in maori Aoraki (“che trapassa le nubi”) con i suoi 3.754 metri è la vetta più elevata del paese, questo territorio è inoltre ricco di numerosi vulcani attivi, soprattutto nell’Isola del Nord dove al centro vi è un grande altipiano vulcanico in costante attività, ricco di laghi e di altre manifestazioni vulcaniche (come geyser, fumarole e fonti termali). I principali vulcani attivi sono il Ruapehu (2 797 metri), il Ngauruhoe (2 291 metri) e il Tongariro (1 978 metri), non lontano si trova il Lake Taupo (616 kmq), il più grande lago del paese dal quale esce il fiume Waikato (425 km) il più lungo della Nuova Zelanda. Buona parte dell'Isola del Nord è anche formata da terreno collinare adatto al pascolo, intensamente sfruttato per l’allevamento degli ovini, e dal terreno fertile per l’agricoltura. Ad ovest dell’altopiano vulcanico si trova l'imponente cono del monte Taranaki o Egmont (2 518 metri), un vulcano spento. La gente del posto depositaria di una cultura che fonde insieme l’eredità europea con quella maori, è ingegnosa, premurosa ed incredibilmente affabile. Un luogo dove assaporerete delizie gastronomiche a base di cacciagione, frutti di mare freschi e vini pregiati.