Destinazioni Tour Offerte Servizi
Lista nozze News Chi siamo Contatti
Home Destinazioni Tour Offerte Servizi Lista nozze News Chi siamo Contatti
28 dic 2017
NUOVA ZELANDA
Nuova Zelanda: un po' di storia (Seconda parte)

Nel 1854 venne insediato il primo parlamento neozelandese, cosa che rappresentò il primo passo verso l'autonomia del paese, tanto che verso la fine del XIX secolo, la Nuova Zelanda poteva dirsi completamente autonoma dalla madrepatria albionica.

Nel frattempo, nel 1863, il primo ministro Alfred Domett fece sì che la capitale venisse trasferita in una località che si affacciava sullo stretto di Cook, probabilmente al fine di impedire che l'Isola del Sud avesse aspirazioni di secessionismo.

Alcuni commissari australiani, scelti per la loro neutralità, candidarono a questo ruolo Wellington, grazie alla sua posizione centrale e al suo porto.

Fu così che il parlamento vi si insediò ufficialmente nel 1865.

Nel 1893 la Nuova Zelanda si distinse quale primo paese al mondo a riconoscere il diritto di voto alle donne, celebrando le “suffragettes” e dando seguito ad una vera rivoluzione dei diritti umani.

Sempre in quel periodo, si ebbero diverse nazionalizzazioni e l'istituzione della pensione di vecchiaia: provvedimenti, questi, che diedero alla Nuova Zelanda una delle più avanzate legislazioni sociali del tempo. Insomma brillanti, equi e antesignani.

Il 26 settembre 1907 la Nuova Zelanda acquisì lo status di dominion, per poi diventare completamente indipendente nel 1947, anno in cui venne ratificato lo Statuto di Westminster del 1931, comunque utile ma per onestà va sottolineato che già da molto tempo il Regno Unito aveva cessato di esercitare un ruolo attivo nel governo dell’ex-colonia, molto decisa e volitiva nel tutelare la propria autonomia. Visti i legami con la Gran Bretagna, l'economia neozelandese sperimentò notevoli difficoltà durante la grande depressione di fine anni ‘20. Ciò portò alla formazione del primo governo laburista, il quale optò per la creazione di un vasto “welfare state” e di un'economia orientata al protezionismo e comunque, visto il forte imprimatur lasciato dai coloni europei, si dimostrò sempre un membro fedele dell'Impero britannico. Contingenti neozelandesi combatterono durante la II guerra boera e durante le due guerre mondiali; il governo neozelandese, infine, appoggiò quello britannico durante la crisi di Suez. La partecipazione alla prima guerra mondiale valse alla Nuova Zelanda il mandato sulle Samoa occidentali e su Nauru. Altri conflitti dove i militari neozelandesi furono partecipati furono la Guerra di Corea del 1950-1953, inseriti tra le forze ONU. Nel 1961, vennero accolte le richieste di indipendenza delle isole Samoa occidentali e nel 1965 le truppe neozelandesi furono inviate in appoggio al governo del Vietnam del sud, durante la Guerra del Vietnam.


TUTTE LE NEWS
CONDIVIDI
Newsletter
Iscriviti alla newsletter di Australian Travel per essere sempre aggiornato sulle nostre offerte
Registrandoti accetti la nostra Privacy Policy
Australian Travel Srl
Via Cellini, 1
20090 Segrate (MI)
P.Iva 11962790157 | Cap.Soc. € 60.000,00 i.v. | REA MI 1518878 
Contatti
T. 02 26925226
F. 02 26925218
info@australiantravel.it